La Fornace Cavasin di Spinea tra memoria e progetto