Uno studio approfondito delle tre case costruite dalla Bardi in Brasile, condotto sulla base della documentazione originale conservata presso L’Instituto Lina Bo & PM Bardi di São Paulo, è all’origine dello scritto che ripercorre attraverso una scelta di schizzi e disegni, per lo più inediti, l'evolversi di una ricerca progettuale tesa a raggiungere la profondità interiore dell'idea dell'abitare. Nel lavoro di analisi condotto sulla Casa de Vidro (São Paulo,1954) e sulle Case Cirell (São Paulo 1958) e Do Chame Chame (Salvador de Bahia,1958) particolare rilievo è stato riservato allo studio della fase ideativa dei tre progetti,al complesso processo che ha portato alla loro realizzazione, alle modalità di articolare valori e pratiche culturali di diversa origine attraverso l'universo della cultura popolare brasiliana, stabilendo contemporaneamente un dialogo con i temi del Movimento Moderno. Una ‘fare’ che compensa la carenza di tecnologie e materiali con sofisticati meccanismi di invenzione dimostrandosi capace di dare vita ad una architettura piena di vita e di poesia. Un’esperienza dell’architettura che ha nell'idea umanistica un antidoto assai forte tanto a quelle che sono le velleità demiurgiche dell'architetto razionalista della Scuola dei CIAM quanto all'autoreferenzialità dell'architettura tautologica che spoglia di ogni esperienza sensibile e di ogni sentimento affettivo l'abitare.

L'invenzione della casa

GALLO, ANTONELLA
2004

Abstract

Uno studio approfondito delle tre case costruite dalla Bardi in Brasile, condotto sulla base della documentazione originale conservata presso L’Instituto Lina Bo & PM Bardi di São Paulo, è all’origine dello scritto che ripercorre attraverso una scelta di schizzi e disegni, per lo più inediti, l'evolversi di una ricerca progettuale tesa a raggiungere la profondità interiore dell'idea dell'abitare. Nel lavoro di analisi condotto sulla Casa de Vidro (São Paulo,1954) e sulle Case Cirell (São Paulo 1958) e Do Chame Chame (Salvador de Bahia,1958) particolare rilievo è stato riservato allo studio della fase ideativa dei tre progetti,al complesso processo che ha portato alla loro realizzazione, alle modalità di articolare valori e pratiche culturali di diversa origine attraverso l'universo della cultura popolare brasiliana, stabilendo contemporaneamente un dialogo con i temi del Movimento Moderno. Una ‘fare’ che compensa la carenza di tecnologie e materiali con sofisticati meccanismi di invenzione dimostrandosi capace di dare vita ad una architettura piena di vita e di poesia. Un’esperienza dell’architettura che ha nell'idea umanistica un antidoto assai forte tanto a quelle che sono le velleità demiurgiche dell'architetto razionalista della Scuola dei CIAM quanto all'autoreferenzialità dell'architettura tautologica che spoglia di ogni esperienza sensibile e di ogni sentimento affettivo l'abitare.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/17668
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact