L’importanza di un sistema scolastico efficiente è, per lo sviluppo civile di uno Stato, fuori discussione. Uno Stato che non sia dotato di un sistema educativo adeguato ai tempi e che non sappia mettere studenti e insegnati nelle migliori condizioni possibili per svolgere il proprio compito, è uno Stato privo di uno sguardo sul futuro. E non vi sono dubbi che, se un’importanza cruciale la ricoprono i programmi, le infrastrutture, le persone stesse, altrettanto importanti sono gli ambienti dove tali persone operano, in altre parole gli edifici. Intervenire sul patrimonio di edilizia scolastica italiano deve essere ormai considerata una delle priorità di chiunque regga il timone del paese, indipendentemente dalla propria personale idea di “formazione”. Le condizioni del patrimonio di edilizia scolastica in Italia sono scadenti, come sottolineato da diversi studi. È necessario quindi intervenire al più presto e in maniera diffusa, applicando realmente il piano di interventi in programma, tra i quali la riqualificazione energetica degli immobili. Non è solo la responsabilità dell’intero settore delle costruzioni, principale causa dei consumi sia a livello europeo che italiano, a chiederlo; né la bassa condizione media degli immobili o tantomeno le normative europee che impongono livelli prestazionali un tempo sconosciuti. È anche la consapevolezza che un edificio energeticamente efficiente è un edificio dove si vive e lavora meglio; ma soprattutto, se questo edificio è una scuola, possono essere incommensurabili le ricadute che può avere proprio in termini di formazione. L’obiettivo è quindi consegnare all’Italia edifici scolastici che non solo consumino poco, siano confortevoli e magari quasi autosufficienti, ma che rientrino in un quadro di ammodernamento del Paese di cui si sente davvero il bisogno.

La riqualificazione energetico-ambientale degli edifici scolastici

ROSSETTI, MASSIMO;
2014

Abstract

L’importanza di un sistema scolastico efficiente è, per lo sviluppo civile di uno Stato, fuori discussione. Uno Stato che non sia dotato di un sistema educativo adeguato ai tempi e che non sappia mettere studenti e insegnati nelle migliori condizioni possibili per svolgere il proprio compito, è uno Stato privo di uno sguardo sul futuro. E non vi sono dubbi che, se un’importanza cruciale la ricoprono i programmi, le infrastrutture, le persone stesse, altrettanto importanti sono gli ambienti dove tali persone operano, in altre parole gli edifici. Intervenire sul patrimonio di edilizia scolastica italiano deve essere ormai considerata una delle priorità di chiunque regga il timone del paese, indipendentemente dalla propria personale idea di “formazione”. Le condizioni del patrimonio di edilizia scolastica in Italia sono scadenti, come sottolineato da diversi studi. È necessario quindi intervenire al più presto e in maniera diffusa, applicando realmente il piano di interventi in programma, tra i quali la riqualificazione energetica degli immobili. Non è solo la responsabilità dell’intero settore delle costruzioni, principale causa dei consumi sia a livello europeo che italiano, a chiederlo; né la bassa condizione media degli immobili o tantomeno le normative europee che impongono livelli prestazionali un tempo sconosciuti. È anche la consapevolezza che un edificio energeticamente efficiente è un edificio dove si vive e lavora meglio; ma soprattutto, se questo edificio è una scuola, possono essere incommensurabili le ricadute che può avere proprio in termini di formazione. L’obiettivo è quindi consegnare all’Italia edifici scolastici che non solo consumino poco, siano confortevoli e magari quasi autosufficienti, ma che rientrino in un quadro di ammodernamento del Paese di cui si sente davvero il bisogno.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/186488
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact