a porto marghera bisogna intervenire. A vari livelli e in molti modi. Abbiamo anche idee su ciò andrebbe fatto: ce lo stiamo dicendo da anni, da un convegno all'altro, in ogni pubblica occasione. Ormai esistono orientamenti definiti. Vi è una profonda e comune convinzione che sia ormai venuto il tempo di intervenire, ed anche se in modo contorto e indiretto, si stanno creando le condizioni perché ciò avvenga: sappiamo che porto marghera va riabilitato, che si deve risanare e bonificare il vasto territorio ferito dall'ingordo sviluppo industriale di disordinati decenni; sappiamo bene che sarebbe una insostenibile responsabilità storica collettiva continuare a demolire quei monumentali reliquati industriali che offrono spazi di insolita e inattuale bellezza, o abbandonare a se stessi i vasti piazzali inutilmente recintati. Le ragioni per cui non si pone mano sono le solite, tristamente italiane. La mancanza di coordinamento nelle decisioni, il conflitto di competenze, la difesa di interessi di parte, la resistenza al nuovo, il diffidare del senso comune verso scelte impegnative, ecc.

NUOVE INCOMPETENZE

GIANI, ESTHER;CARNEVALE, GIANCARLO
2003

Abstract

a porto marghera bisogna intervenire. A vari livelli e in molti modi. Abbiamo anche idee su ciò andrebbe fatto: ce lo stiamo dicendo da anni, da un convegno all'altro, in ogni pubblica occasione. Ormai esistono orientamenti definiti. Vi è una profonda e comune convinzione che sia ormai venuto il tempo di intervenire, ed anche se in modo contorto e indiretto, si stanno creando le condizioni perché ciò avvenga: sappiamo che porto marghera va riabilitato, che si deve risanare e bonificare il vasto territorio ferito dall'ingordo sviluppo industriale di disordinati decenni; sappiamo bene che sarebbe una insostenibile responsabilità storica collettiva continuare a demolire quei monumentali reliquati industriali che offrono spazi di insolita e inattuale bellezza, o abbandonare a se stessi i vasti piazzali inutilmente recintati. Le ragioni per cui non si pone mano sono le solite, tristamente italiane. La mancanza di coordinamento nelle decisioni, il conflitto di competenze, la difesa di interessi di parte, la resistenza al nuovo, il diffidare del senso comune verso scelte impegnative, ecc.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/20062
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact