Le parole di Junichiro Tanizaki nel “Libro d’ombra” costituiscono lo spunto per una ricerca in merito alla lacca giapponese. Attraverso l’analisi di una antica tazza in legno per la cerimonia del tè, viene ricostruita l’esperienza estetica descritta dallo scrittore. Passando attraverso le problematiche della difficile identificazione iconografica, l’origine degli accessori per il Teismo e le caratteristiche che conferiscono pregio e fascino al nero laccato, si scopre una tinta realizzata per accumulo, i cui strati sono in grado di raccontare l’intrecciarsi della storia di produzione e del vissuto dell’oggetto.

Nero laccato nelle tazze da tè giapponesi

MOMETTI, MADDALENA
2013

Abstract

Le parole di Junichiro Tanizaki nel “Libro d’ombra” costituiscono lo spunto per una ricerca in merito alla lacca giapponese. Attraverso l’analisi di una antica tazza in legno per la cerimonia del tè, viene ricostruita l’esperienza estetica descritta dallo scrittore. Passando attraverso le problematiche della difficile identificazione iconografica, l’origine degli accessori per il Teismo e le caratteristiche che conferiscono pregio e fascino al nero laccato, si scopre una tinta realizzata per accumulo, i cui strati sono in grado di raccontare l’intrecciarsi della storia di produzione e del vissuto dell’oggetto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/227100
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact