Jorn Utzon è una figura emblematica dell’architettura contemporanea; universalmente noto per il progetto della Sydney Opera House, ha in realtà sviluppato nella sua lunga carriera professionale un elevato numero di progetti, dei quali solo una minima parte è stata realizzata. Ciononostante lo studio e l’approfondimento del corpus del suo lavoro permette di riconoscere una straordinaria capacità di lettura in chiave contemporanea della molteplicità di una cultura globale; e la traduzione di questo processo nel progetto. La ricerca assume come campo di analisi una selezione ridotta dei progetti dell’architetto danese, tralasciandone la gran parte, che comparirà solo a titolo esemplificativo di un metodo architettonico. La motivazione di questa corposa selezione deriva dalla volontà di approfondire uno specifico aspetto dell’opera di Utzon: la piattaforma come dispositivo architettonico, attraverso una riflessione generale sui progetti del ventennio ’50-’70. Lo studio dell’elemento del plateau e la definizione di alcune categorie di analisi che permettono di evidenziarne l’articolazione e i rapporti architettonici, consentono di riconoscere questi organismi complessi come risultato di una riflessione profonda sul ruolo urbano del progetto in relazione al valore che questo offre alla comunità. Nell’elaborare una serie di progetti tutti riconducibili al medesimo principio della costruzione di un nuovo suolo – pure presentando tutti caratteristiche morfologiche differenti e un rapporto sempre diverso con il suolo naturale o il contesto urbano – Utzon dimostra la versatilità non tanto di una forma architettonica, quando di un principio insediativo. In questi termini gli “edifici a piattaforma” sono trattati nella ricerca come strumenti di lettura di una sintesi urbana che il maestro danese propone non attraverso la formulazione di principi architettonici definiti, ma al contrario seguendo un processo che si può azzardare a definire deduttivo a partire dall’osservazione e il riferimento a una storia e una cultura globali. Il Neue Schauspielhaus di Zurigo, assunto come caso emblematico di questa selezione di progetti, presenta tutti i caratteri comuni ai plateaus utzoniani e offre, in più, la caratteristica dell’essere inserito all’interno in un contesto urbano storico consolidato. L’articolazione dell’organismo architettonico è costituita da tre attori principali: topografia, perimetro, copertura e le relazioni spaziali e dimensionali che si generano al mutare di questi tre elementi costruiscono lo spazio destinato all’uomo e all’azione che egli svolge su un nuovo suolo (urbano) che diventa a tutti gli effetti palcoscenico, il cui fondale è il corpo stesso della città. Il Teatro è concepito come struttura urbana e tutte le soluzioni progettuali tecniche e costruttive portano alla creazione di uno spazio continuo tra l’ambiente pubblico “aperto” e gli spazi propri dell’organismo teatrale, sottolineando una continua dialettica tra azione scenica e città. Tutte le soluzioni tecniche, strutturali e costruttive, pur assolvendo un ruolo fondamentale nella definizione fisica degli spazi (più che alla definizione di un “linguaggio” proprio del progettista), sono il risultato di una ricerca continua che l’architetto svolge nella sua carriera professionale, ovvero una sintesi degli elementi che costituiscono il progetto, i quali sono organizzati in una composizione progettuale che denota un “approccio pratico” all’architettura. Questo permette a Utzon di spingere fino al limite le possibilità della tecnica, senza mai perdere la misura, elaborando soluzioni progettuali che si possono descrivere attraverso una narrazione che parte dalle forme architettoniche archetipiche e non si sottrae ad confronto della contemporaneità, recando in se la forza delle possibilità del presente e, insieme, la memoria globale del costruire.

Architetture come Città. Il disegno di paesaggio urbano nelle opere di Jørn Utzon / Petrella, Riccardo. - (2020 Jun 22). [10.25432/petrella-riccardo_phd2020-06-22]

Architetture come Città. Il disegno di paesaggio urbano nelle opere di Jørn Utzon

PETRELLA, RICCARDO
2020

Abstract

Jorn Utzon è una figura emblematica dell’architettura contemporanea; universalmente noto per il progetto della Sydney Opera House, ha in realtà sviluppato nella sua lunga carriera professionale un elevato numero di progetti, dei quali solo una minima parte è stata realizzata. Ciononostante lo studio e l’approfondimento del corpus del suo lavoro permette di riconoscere una straordinaria capacità di lettura in chiave contemporanea della molteplicità di una cultura globale; e la traduzione di questo processo nel progetto. La ricerca assume come campo di analisi una selezione ridotta dei progetti dell’architetto danese, tralasciandone la gran parte, che comparirà solo a titolo esemplificativo di un metodo architettonico. La motivazione di questa corposa selezione deriva dalla volontà di approfondire uno specifico aspetto dell’opera di Utzon: la piattaforma come dispositivo architettonico, attraverso una riflessione generale sui progetti del ventennio ’50-’70. Lo studio dell’elemento del plateau e la definizione di alcune categorie di analisi che permettono di evidenziarne l’articolazione e i rapporti architettonici, consentono di riconoscere questi organismi complessi come risultato di una riflessione profonda sul ruolo urbano del progetto in relazione al valore che questo offre alla comunità. Nell’elaborare una serie di progetti tutti riconducibili al medesimo principio della costruzione di un nuovo suolo – pure presentando tutti caratteristiche morfologiche differenti e un rapporto sempre diverso con il suolo naturale o il contesto urbano – Utzon dimostra la versatilità non tanto di una forma architettonica, quando di un principio insediativo. In questi termini gli “edifici a piattaforma” sono trattati nella ricerca come strumenti di lettura di una sintesi urbana che il maestro danese propone non attraverso la formulazione di principi architettonici definiti, ma al contrario seguendo un processo che si può azzardare a definire deduttivo a partire dall’osservazione e il riferimento a una storia e una cultura globali. Il Neue Schauspielhaus di Zurigo, assunto come caso emblematico di questa selezione di progetti, presenta tutti i caratteri comuni ai plateaus utzoniani e offre, in più, la caratteristica dell’essere inserito all’interno in un contesto urbano storico consolidato. L’articolazione dell’organismo architettonico è costituita da tre attori principali: topografia, perimetro, copertura e le relazioni spaziali e dimensionali che si generano al mutare di questi tre elementi costruiscono lo spazio destinato all’uomo e all’azione che egli svolge su un nuovo suolo (urbano) che diventa a tutti gli effetti palcoscenico, il cui fondale è il corpo stesso della città. Il Teatro è concepito come struttura urbana e tutte le soluzioni progettuali tecniche e costruttive portano alla creazione di uno spazio continuo tra l’ambiente pubblico “aperto” e gli spazi propri dell’organismo teatrale, sottolineando una continua dialettica tra azione scenica e città. Tutte le soluzioni tecniche, strutturali e costruttive, pur assolvendo un ruolo fondamentale nella definizione fisica degli spazi (più che alla definizione di un “linguaggio” proprio del progettista), sono il risultato di una ricerca continua che l’architetto svolge nella sua carriera professionale, ovvero una sintesi degli elementi che costituiscono il progetto, i quali sono organizzati in una composizione progettuale che denota un “approccio pratico” all’architettura. Questo permette a Utzon di spingere fino al limite le possibilità della tecnica, senza mai perdere la misura, elaborando soluzioni progettuali che si possono descrivere attraverso una narrazione che parte dalle forme architettoniche archetipiche e non si sottrae ad confronto della contemporaneità, recando in se la forza delle possibilità del presente e, insieme, la memoria globale del costruire.
32
ARCHITETTURA, CITTA' E DESIGN
Architetture come Città. Il disegno di paesaggio urbano nelle opere di Jørn Utzon / Petrella, Riccardo. - (2020 Jun 22). [10.25432/petrella-riccardo_phd2020-06-22]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
200618_Petrella_Utzon copia.pdf

embargo fino al 22/06/2021

Descrizione: petrella riccardo tesi
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 3.63 MB
Formato Adobe PDF
3.63 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/286422
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact