Mostra ufficiale nel Padiglione Italiano, alla alla 11. Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia. La mostra "L’Italia cerca casa" mette alla prova la cultura architettonica italiana nella sfida posta dalla domanda di abitazioni di qualità e a costi accessibili. La fine dell’edilizia popolare, la crisi del mercato dei mutui, le situazioni di disagio urbano e le domande di nuovi utenti hanno spinto in primo piano la questione nel dibattito pubblico. Tra gli architetti italiani invitati, si mescolano generazioni e provenienze geografiche, partendo dall’assunto che la diversità e la ricchezza delle ricerche è più importante delle differenze di linguaggio. L’allestimento alle Tese delle Vergini all’Arsenale è ridotto a tre elementi. Una sala ellittica contiene i materiali dell’attualità in forma di videoclip. Un grande spazio rettangolare è circondato su tre lati da un collage di 350 metri quadri con il racconto della controversa eredità del passato, che fa da sfondo e da rimando storico ai nuovi progetti. Questi saranno collocati su grandi piattaforme o all’interno di installazioni concepite dagli architetti invitati. L’ambizione è fornire modelli e suggestioni, materiale per la riflessione a istituzioni e committenti.

L'Italia cerca casa / Housing Italy,mostra ufficiale del Padiglione Italiano, alla 11. Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia,Venezia, Tese delle Vergini all'Arsenale,14 settembre - 23 novembre 2008

LUPANO, MARIO;
2008

Abstract

Mostra ufficiale nel Padiglione Italiano, alla alla 11. Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia. La mostra "L’Italia cerca casa" mette alla prova la cultura architettonica italiana nella sfida posta dalla domanda di abitazioni di qualità e a costi accessibili. La fine dell’edilizia popolare, la crisi del mercato dei mutui, le situazioni di disagio urbano e le domande di nuovi utenti hanno spinto in primo piano la questione nel dibattito pubblico. Tra gli architetti italiani invitati, si mescolano generazioni e provenienze geografiche, partendo dall’assunto che la diversità e la ricchezza delle ricerche è più importante delle differenze di linguaggio. L’allestimento alle Tese delle Vergini all’Arsenale è ridotto a tre elementi. Una sala ellittica contiene i materiali dell’attualità in forma di videoclip. Un grande spazio rettangolare è circondato su tre lati da un collage di 350 metri quadri con il racconto della controversa eredità del passato, che fa da sfondo e da rimando storico ai nuovi progetti. Questi saranno collocati su grandi piattaforme o all’interno di installazioni concepite dagli architetti invitati. L’ambizione è fornire modelli e suggestioni, materiale per la riflessione a istituzioni e committenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/29463
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact