Il saggio introduce l'edizione critica dell'opera omnia di Ernesto N. Rogers "Architettura, misura e grandezza dell'uomo", curata da S. Maffioletti. Il saggio, una tra i primi scritti sistematici monografici dedicati a Rogers, estrapolato dal gruppo BBPR, tende a mettere in luce i passaggi essenziali della biografia scientifica, scorrendo dalla formazione eclettica universitaria, all'impegno di critico d'arte e architettura, al ruolo di protagonista nei BBPR nel panorama razionalista italiano. Il testo evidenzia come, sullo scorcio degli anni '30, Rogers allarghi i propri orizzonti culturali all'Europa ed entri nel CIAM, iniziando un percorso che lo vedrà tra i protagonisti internazionali dell'architettura post-bellica. Il testo rivolge particolare attenzione a queste tappe: l'evoluzione teorica maturata nell'ambiente svizzero durante l'esilio, l'impegno e il ruolo nel Council del CIAM dal 1949 alla sua conclusione. Il saggio amplia e connette le decine di consistenti schede analitiche redatte da S.M., che accompagnano la maggior parte degli scritti di Rogers, e ne diviene il filo conduttore, svelando i passaggi operativi e teorici che lo porteranno alla direzione di "Domus" prima e di "Casabella-Continuità" dopo, individuando soprattutto di quest'ultima le successive fasi. Il testo mira a presentare la rilevanza internazionale di Rogers, non solo evidenziando brani di corrispondenza intrecciata con i protagonisti, ma sottolineando le congruità del pensiero rogersiano con coeve ricerche e il sistema relazionale mondiale in cui ha agito, come teorico, come architetto, come direttore di riviste.

La "lingua parlata". Appunti su Ernesto N. Rogers

MAFFIOLETTI, SERENA
2010

Abstract

Il saggio introduce l'edizione critica dell'opera omnia di Ernesto N. Rogers "Architettura, misura e grandezza dell'uomo", curata da S. Maffioletti. Il saggio, una tra i primi scritti sistematici monografici dedicati a Rogers, estrapolato dal gruppo BBPR, tende a mettere in luce i passaggi essenziali della biografia scientifica, scorrendo dalla formazione eclettica universitaria, all'impegno di critico d'arte e architettura, al ruolo di protagonista nei BBPR nel panorama razionalista italiano. Il testo evidenzia come, sullo scorcio degli anni '30, Rogers allarghi i propri orizzonti culturali all'Europa ed entri nel CIAM, iniziando un percorso che lo vedrà tra i protagonisti internazionali dell'architettura post-bellica. Il testo rivolge particolare attenzione a queste tappe: l'evoluzione teorica maturata nell'ambiente svizzero durante l'esilio, l'impegno e il ruolo nel Council del CIAM dal 1949 alla sua conclusione. Il saggio amplia e connette le decine di consistenti schede analitiche redatte da S.M., che accompagnano la maggior parte degli scritti di Rogers, e ne diviene il filo conduttore, svelando i passaggi operativi e teorici che lo porteranno alla direzione di "Domus" prima e di "Casabella-Continuità" dopo, individuando soprattutto di quest'ultima le successive fasi. Il testo mira a presentare la rilevanza internazionale di Rogers, non solo evidenziando brani di corrispondenza intrecciata con i protagonisti, ma sottolineando le congruità del pensiero rogersiano con coeve ricerche e il sistema relazionale mondiale in cui ha agito, come teorico, come architetto, come direttore di riviste.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/29468
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact