Due bianche vele dall’intradosso convesso si librano, come sospese, su recinti di pietra locale e vetro nel progetto di Bruno Morassutti con Aldo Favini (1962-64) per villa von Saurma a Termini di Massa Lubrense. I due leggiadri diaframmi orizzontali a pianta quadrata, vessillo dell’innovazione tecnica del cemento armato e della lezione appresa dal maestro Frank Lloyd Wright, offrono in tal modo uno straordinario riparo all’uomo moderno, inquadrando la prospiciente distesa di mare dominata dall’isola di Capri. Ciascuna sorretta da quattro pilastri a pianta circolare, le piastre di copertura rettificano, pur senza alterarlo, il profilo accidentato del costone calcareo, abitato dalle tradizionali sostruzioni lapidee, sapientemente tramutate in podio e basamento della villa. Il limite tra interno ed esterno si confonde all’ombra delle aggettanti vele, naturalmente protese verso il mare, e villa von Saurma reinventa così il luogo su cui sorge, coniugando autenticità materica, chiarezza figurativa e sincerità tettonica.

Due vele come riparo. Villa von Saurma a Termini di Sorrento di Bruno Morassutti (1962-64).

Mattia Cocozza
2021-01-01

Abstract

Due bianche vele dall’intradosso convesso si librano, come sospese, su recinti di pietra locale e vetro nel progetto di Bruno Morassutti con Aldo Favini (1962-64) per villa von Saurma a Termini di Massa Lubrense. I due leggiadri diaframmi orizzontali a pianta quadrata, vessillo dell’innovazione tecnica del cemento armato e della lezione appresa dal maestro Frank Lloyd Wright, offrono in tal modo uno straordinario riparo all’uomo moderno, inquadrando la prospiciente distesa di mare dominata dall’isola di Capri. Ciascuna sorretta da quattro pilastri a pianta circolare, le piastre di copertura rettificano, pur senza alterarlo, il profilo accidentato del costone calcareo, abitato dalle tradizionali sostruzioni lapidee, sapientemente tramutate in podio e basamento della villa. Il limite tra interno ed esterno si confonde all’ombra delle aggettanti vele, naturalmente protese verso il mare, e villa von Saurma reinventa così il luogo su cui sorge, coniugando autenticità materica, chiarezza figurativa e sincerità tettonica.
2021
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/301976
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact