Tutto nasce da un equivoco. Percepiamo come nudo un edificio di cui vediamo la struttura, quindi le ossa, ma le ossa non corrispondono alla nudità, corrispondono, casomai, a ciò che sta sotto la pelle e la carne. Percepiamo come nudo anche un edificio spogliato dell’apparato decorativo. Nudo è uno scheletro e nuda è una parete senza decorazioni: entrambi nudi, e, seppure molto diversi, entrambi riferibili allo stesso aggettivo. Il nudo è mistero; la sua forza metaforica è talmente vasta che ogni volta rischia di evaporare nella sua stessa vastità.

Naked Architecture. Naked, Nude and Bare

Valerio Paolo Mosco
2022

Abstract

Tutto nasce da un equivoco. Percepiamo come nudo un edificio di cui vediamo la struttura, quindi le ossa, ma le ossa non corrispondono alla nudità, corrispondono, casomai, a ciò che sta sotto la pelle e la carne. Percepiamo come nudo anche un edificio spogliato dell’apparato decorativo. Nudo è uno scheletro e nuda è una parete senza decorazioni: entrambi nudi, e, seppure molto diversi, entrambi riferibili allo stesso aggettivo. Il nudo è mistero; la sua forza metaforica è talmente vasta che ogni volta rischia di evaporare nella sua stessa vastità.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2022_Mosco_IQD.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 4.98 MB
Formato Adobe PDF
4.98 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/314922
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact