Il giardino di Arturo “chiuso fra le mura della casa come una corte” [E. Morante], i pergolati ove si rifugiano Graziella e il suo amato [A. de Lamartine], le vie irte che conducono al porto – vivide nei ricordi di infanzia di Peppe Barra per l’isola materna – e la spiaggia dove il postino dal cuore gentile riscopre l’amore per la poesia [Radford-Trosi], sono solo alcuni dei luoghi che hanno ospitato le scene e le ambientazioni di film e romanzi, raccontando al grande pubblico l’immagine e l’identità di Procida. Oggi, l’isola, Capitale italiana della Cultura 2022, accoglie ancora chi desidera esplorarla per captarne l’anima, alla scoperta, dietro ogni facciata e all’ombra di ogni stretto vicolo, del potenziale narrativo insito nel mito dell’architettura mediterranea.

L’architettura procidana nella cultura letteraria e cinematografica

Mattia Cocozza
2022

Abstract

Il giardino di Arturo “chiuso fra le mura della casa come una corte” [E. Morante], i pergolati ove si rifugiano Graziella e il suo amato [A. de Lamartine], le vie irte che conducono al porto – vivide nei ricordi di infanzia di Peppe Barra per l’isola materna – e la spiaggia dove il postino dal cuore gentile riscopre l’amore per la poesia [Radford-Trosi], sono solo alcuni dei luoghi che hanno ospitato le scene e le ambientazioni di film e romanzi, raccontando al grande pubblico l’immagine e l’identità di Procida. Oggi, l’isola, Capitale italiana della Cultura 2022, accoglie ancora chi desidera esplorarla per captarne l’anima, alla scoperta, dietro ogni facciata e all’ombra di ogni stretto vicolo, del potenziale narrativo insito nel mito dell’architettura mediterranea.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Procida_Mattia Cocozza.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 1.3 MB
Formato Adobe PDF
1.3 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/318588
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact