The reconstruction of Friuli after the earthquakes of 1976 is an example of an overall positive response to the recovery of heritage and the community development after a disaster. The success factors of the reconstruction process are linked to the system of bottom-up delegation, the conservation of the pre-existing urban fabric, and the use of innovative techniques and homologation tools adopted in their application by technicians trained for the purpose and working in close contact with public administrations and the inhabitants affected by the earthquake. The significance of the Friuli experience is also reflected in the comparison with other post-earthquake reconstructions chronologically close, such as the cases of Belice and Irpinia. Starting from the study of the Friuli reconstruction, it is possible to identify valid characters that can be carried forward and updated for future reconstructions.

La ricostruzione del Friuli dopo i terremoti del 1976 costituisce un esempio di risposta complessivamente positiva al recupero del patrimonio ed allo sviluppo di una comunità dopo un evento catastrofico. I fattori di successo del processo di ricostruzione sono legati al sistema di delega verso il basso, alla conservazione dei tessuti urbani preesistenti, all’uso di tecniche innovative e di strumenti di omologazione adottati nella loro applicazione da tecnici formati allo scopo e operanti a stretto contatto con le amministrazioni pubbliche e gli abitanti colpiti dall’evento sismico. La rilevanza dell'esperienza friulana trova riscontro anche nel confronto con altre ricostruzioni post-sisma cronologicamente vicine, quali i casi del Belice e dell’Irpinia. Partendo dallo studio della ricostruzione del Friuli è possibile individuare dei caratteri validi da portare avanti e riproporre aggiornati per future ricostruzioni.

Indagine sulla ricostruzione del Friuli / Semenzin, Chiara. - (2022 Nov 14).

Indagine sulla ricostruzione del Friuli

SEMENZIN, CHIARA
2022

Abstract

La ricostruzione del Friuli dopo i terremoti del 1976 costituisce un esempio di risposta complessivamente positiva al recupero del patrimonio ed allo sviluppo di una comunità dopo un evento catastrofico. I fattori di successo del processo di ricostruzione sono legati al sistema di delega verso il basso, alla conservazione dei tessuti urbani preesistenti, all’uso di tecniche innovative e di strumenti di omologazione adottati nella loro applicazione da tecnici formati allo scopo e operanti a stretto contatto con le amministrazioni pubbliche e gli abitanti colpiti dall’evento sismico. La rilevanza dell'esperienza friulana trova riscontro anche nel confronto con altre ricostruzioni post-sisma cronologicamente vicine, quali i casi del Belice e dell’Irpinia. Partendo dallo studio della ricostruzione del Friuli è possibile individuare dei caratteri validi da portare avanti e riproporre aggiornati per future ricostruzioni.
34
ARCHITETTURA, CITTA' E DESIGN
Indagine sulla ricostruzione del Friuli / Semenzin, Chiara. - (2022 Nov 14).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CS_Indagine sulla ricostruzione del Friuli.pdf

embargo fino al 14/11/2023

Descrizione: Indagine sulla ricostruzione del Friuli
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 488.4 MB
Formato Adobe PDF
488.4 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/320428
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact