La collaborazione della facoltà di Architettura di venezia con la Regione ha definito una sorta di ombrello sotto il quale riportare le varie esperienze: declinare gli scenari possibili quale opportunità di Urban Regeneration. Né i temi né l'orizzonte sono stati dunque casuali: la Regione Veneto si è impegnata, infatti, a mettere in rete gli sforzi che la vedono quotidianamente coinvolta nella gestione del nostro territorio. Workshop, pubblicazioni, mostre sono gli strumenti operativi per condividere esiti e prospettive. Il nostro lavoro di coordinamento, mai come quest'anno, è stato volto a far incontrare le molteplici realtà coinvolte (amministrazioni, associazioni culturali, enti locali) con la Scuola, con i docenti e loro collaboratori ma soprattutto con gli studenti partecipanti. I workshop sono una offerta formativa obbligatoria per ciascun studente per ciascun anno della carriera accademica del triennio: in altri termini 1800 studenti per ciascuna edizione! Ogni workshop dunque, costituito da una media di sessanta studenti e guidato da un docente con la collaborazione di assistenti, ha sviluppato ipotesi progettuali multiple (gli studenti lavorano in gruppi): le risposte al tema proposto individuano, in tal modo, un ampio raggio di scenari progettuali (non soluzioni pronte all’uso!) mettendoci a riparo da pericolose pre-figurazioni o ambigue interpretazioni del ruolo della Scuola. Da un lato la Regione dà modi all’Università di mettere al servizio del Territorio le proprie competenze e la forza lavoro intellettuale degli studenti, dall’altro la Far (Facoltà di Architettura) che propone ai propri studenti occasioni di studio ancorate alla realtà, formando competenze utili e spendibili in un prossimo futuro professionale.

Urban regeneration ovvero cultural re-generation

GIANI, ESTHER
2012

Abstract

La collaborazione della facoltà di Architettura di venezia con la Regione ha definito una sorta di ombrello sotto il quale riportare le varie esperienze: declinare gli scenari possibili quale opportunità di Urban Regeneration. Né i temi né l'orizzonte sono stati dunque casuali: la Regione Veneto si è impegnata, infatti, a mettere in rete gli sforzi che la vedono quotidianamente coinvolta nella gestione del nostro territorio. Workshop, pubblicazioni, mostre sono gli strumenti operativi per condividere esiti e prospettive. Il nostro lavoro di coordinamento, mai come quest'anno, è stato volto a far incontrare le molteplici realtà coinvolte (amministrazioni, associazioni culturali, enti locali) con la Scuola, con i docenti e loro collaboratori ma soprattutto con gli studenti partecipanti. I workshop sono una offerta formativa obbligatoria per ciascun studente per ciascun anno della carriera accademica del triennio: in altri termini 1800 studenti per ciascuna edizione! Ogni workshop dunque, costituito da una media di sessanta studenti e guidato da un docente con la collaborazione di assistenti, ha sviluppato ipotesi progettuali multiple (gli studenti lavorano in gruppi): le risposte al tema proposto individuano, in tal modo, un ampio raggio di scenari progettuali (non soluzioni pronte all’uso!) mettendoci a riparo da pericolose pre-figurazioni o ambigue interpretazioni del ruolo della Scuola. Da un lato la Regione dà modi all’Università di mettere al servizio del Territorio le proprie competenze e la forza lavoro intellettuale degli studenti, dall’altro la Far (Facoltà di Architettura) che propone ai propri studenti occasioni di studio ancorate alla realtà, formando competenze utili e spendibili in un prossimo futuro professionale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/38294
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact