S. Giovanni valdarno, città di fondazione della repubblica fiorentina disegnata (presumibilminte) da Arnolfo di Cambio, ha tre fasi di sviluppo, il rettangolo ellenistico simile alle atre "terre nuove", l'arrivo della ferrovia con il nuovo piano di campagna di 5 metri più alto della terra d'origine, la città ottocentesca che attornia Arnolfo e la Ferriera, un chilometro di basamento alla quota della ferrovia che ospita la grande fabbrica metallurgica del Valdarno. La città giardino degli anni '70 realizzata davanti alla ferriera si conclude con il Centro scolastico di mia realizzazione. Qui cerchiamo di costruire quanto serve all'insegnamento, ma anche di completare il disegno urbano così importante e complesso. Tre spazi pubblici sono il cuore del progetto: 1-una piazza che completa la città giardino 2-un giardino che costituisce il volano per l'espansione futura 3-una corte verde come cuore della scuola Lungo il bordo nord, fronteggiato dallo stadio, il sistema della didatica unifica tutto il fronte, scandito da tre parte, i laboratori ad ovest, l'atrio al centro, gli uffici ad est. Una palestra si raccorda con la palestra esistente, mentre una biblioteca a ponte e un auditorium definiscono i bordi del giardino e della piazza realizzando un foyer comune ad uso anche extrascolastico.

“Centro scolastico di San Giovanni Valdarno”

GALANTINO, MAURO
1998

Abstract

S. Giovanni valdarno, città di fondazione della repubblica fiorentina disegnata (presumibilminte) da Arnolfo di Cambio, ha tre fasi di sviluppo, il rettangolo ellenistico simile alle atre "terre nuove", l'arrivo della ferrovia con il nuovo piano di campagna di 5 metri più alto della terra d'origine, la città ottocentesca che attornia Arnolfo e la Ferriera, un chilometro di basamento alla quota della ferrovia che ospita la grande fabbrica metallurgica del Valdarno. La città giardino degli anni '70 realizzata davanti alla ferriera si conclude con il Centro scolastico di mia realizzazione. Qui cerchiamo di costruire quanto serve all'insegnamento, ma anche di completare il disegno urbano così importante e complesso. Tre spazi pubblici sono il cuore del progetto: 1-una piazza che completa la città giardino 2-un giardino che costituisce il volano per l'espansione futura 3-una corte verde come cuore della scuola Lungo il bordo nord, fronteggiato dallo stadio, il sistema della didatica unifica tutto il fronte, scandito da tre parte, i laboratori ad ovest, l'atrio al centro, gli uffici ad est. Una palestra si raccorda con la palestra esistente, mentre una biblioteca a ponte e un auditorium definiscono i bordi del giardino e della piazza realizzando un foyer comune ad uso anche extrascolastico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/39307
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact