La città del Settecento, ovvero la nascita della metropoli moderna tra progresso, rivoluzioni politiche, sociali, produttive e demografiche. L’architettura interviene, sperimenta impianti urbani che rinnovano le geometrie cittadine, riqualifica gli spazi, si concentra su interventi strutturali, inaugura nuove concezioni dell’abitare. È la via che prelude alla nascita, nell’Ottocento, della moderna urbanistica.

La città del Settecento

CURCIO, GIOVANNA
2008-01-01

Abstract

La città del Settecento, ovvero la nascita della metropoli moderna tra progresso, rivoluzioni politiche, sociali, produttive e demografiche. L’architettura interviene, sperimenta impianti urbani che rinnovano le geometrie cittadine, riqualifica gli spazi, si concentra su interventi strutturali, inaugura nuove concezioni dell’abitare. È la via che prelude alla nascita, nell’Ottocento, della moderna urbanistica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/4854
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact