Rimini, la falsa quiete del paesaggio