Andrea Mantegna, Soffitto della “Camera degli sposi”