Pezzo per pezzo: la fragile materia del "prodigio"