Il libro esamina i principali mutamenti del linguaggio dell'arte contemporanea nel XX secolo, partendo dall'ipotesi che il primo cambiamento da cui esso ha preso origine sia il bricolage (e non il ready made duchampiano). Questa pratica ha risvolti antropologici e nasce nel secolo del frammento e del montaggio, che connota la fine di metafisiche totalizzanti e di un'idea della storia di tipo prettamente lineare e occidentale. Vengono esaminati coerentemente altri aspetti quali il ruolo dell'autore, il mutamento dell'atelier, il ruolo della riproducibilità.

Si fa con tutto - Il linguaggio dell'arte contemporanea

VETTESE, ANGELA GIOVANNA
2012

Abstract

Il libro esamina i principali mutamenti del linguaggio dell'arte contemporanea nel XX secolo, partendo dall'ipotesi che il primo cambiamento da cui esso ha preso origine sia il bricolage (e non il ready made duchampiano). Questa pratica ha risvolti antropologici e nasce nel secolo del frammento e del montaggio, che connota la fine di metafisiche totalizzanti e di un'idea della storia di tipo prettamente lineare e occidentale. Vengono esaminati coerentemente altri aspetti quali il ruolo dell'autore, il mutamento dell'atelier, il ruolo della riproducibilità.
9788842098737
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/73527
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact