Nel saggio si introduce il concetto di ‘osservatorio delle pratiche’ accanto a quello di osservatorio ‘come pratica’, evidenziando il rischio di ‘sterilità’ dell’osservazione rispetto ai processi di trasformazione dello spazio fisico. Il paesaggio, oltre ad essere un formidabile dispositivo descrittivo, può assumere anche connotati valutativi specifici e trasversali. Nel contributo si forniscono inoltre le motivazioni del corso di formazione, rinviando al quadro di riferimento regionale e al preoccupante logoramento delle radici etiche e giuridiche della tradizione di tutela paesaggistica in Italia. Ai due riferimenti è ancorata l’organizzazione del corso e in particolare il modello sulle pratiche amministrative.

Progetto

FONTANARI, ENRICO;
2012

Abstract

Nel saggio si introduce il concetto di ‘osservatorio delle pratiche’ accanto a quello di osservatorio ‘come pratica’, evidenziando il rischio di ‘sterilità’ dell’osservazione rispetto ai processi di trasformazione dello spazio fisico. Il paesaggio, oltre ad essere un formidabile dispositivo descrittivo, può assumere anche connotati valutativi specifici e trasversali. Nel contributo si forniscono inoltre le motivazioni del corso di formazione, rinviando al quadro di riferimento regionale e al preoccupante logoramento delle radici etiche e giuridiche della tradizione di tutela paesaggistica in Italia. Ai due riferimenti è ancorata l’organizzazione del corso e in particolare il modello sulle pratiche amministrative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/91492
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact