Austriaci, Napoletani e Piemontesi. Tre momenti della cartografia siciliana