Architetture mediatiche. L’involucro edilizio come schermo: una nicchia da esplorare/2