L’immagine di Venezia sembra congelata nel tempo, eppure ha continuato a mutare. Che cosa ha consentito al volto della città di rinnovarsi? Dall'inizio dell'Ottocento in poi l'introduzione di apposite norme garantirono un insieme di buone pratiche tese a restituire a Venezia quel decoro adeguato ad una così “cospicua e particolare” città, giusto per citare un'espressione molto comune nei documenti di quel tempo. Tali regole portarono ad un rinnovamento del volto urbano attraverso la creazione di nuovi spazi, tesi ad assicurare maggiore salubrità, di nuovi attraversamenti per consentire alle persone e alle merci di muoversi più velocemente, ma anche alla sostituzione dei rivestimenti delle facciate, controllandone colore e materiali. Dai provvedimenti della Commissione per l’ornato, istituita nel 1807, al progetto per il Piano di risanamento del 1939, si assiste non solo a grandi opere di ingegneria, ma anche ad interventi minuti sulle fabbriche della città. Interventi e provvedimenti, che tra norma e pratica, hanno guidato il processo delle trasformazioni dei volti della città.

Le trasformazioni tra regola e pratica: i volti della città di Venezia tra Ottocento e Novecento

FERRIGHI, ALESSANDRA
2014

Abstract

L’immagine di Venezia sembra congelata nel tempo, eppure ha continuato a mutare. Che cosa ha consentito al volto della città di rinnovarsi? Dall'inizio dell'Ottocento in poi l'introduzione di apposite norme garantirono un insieme di buone pratiche tese a restituire a Venezia quel decoro adeguato ad una così “cospicua e particolare” città, giusto per citare un'espressione molto comune nei documenti di quel tempo. Tali regole portarono ad un rinnovamento del volto urbano attraverso la creazione di nuovi spazi, tesi ad assicurare maggiore salubrità, di nuovi attraversamenti per consentire alle persone e alle merci di muoversi più velocemente, ma anche alla sostituzione dei rivestimenti delle facciate, controllandone colore e materiali. Dai provvedimenti della Commissione per l’ornato, istituita nel 1807, al progetto per il Piano di risanamento del 1939, si assiste non solo a grandi opere di ingegneria, ma anche ad interventi minuti sulle fabbriche della città. Interventi e provvedimenti, che tra norma e pratica, hanno guidato il processo delle trasformazioni dei volti della città.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/155288
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact