Nella Monaco dell'inizio del novecento si assiste ad una operazione di ridisegno dello skyline della città con la costruzione di una serie di cupole a coronamento di importanti edifici pubblici, vere e proprie cerniere visive nel nuovo panorama urbano. Il saggio analizza in particolare la costruzione di due di queste cupole, quella dell'Armeemuseum e quella dell'edificio dell'Anatomie, due strutture protagoniste nel campo della sperimentazione di una nuova concezione strutturale: la costruzione a guscio. Le cupole della luce di 15 e 22 m. sono realizzate con uno spessore di 8 cm. dal giovane ing. Emil Mörsch, autore nel 1906 del primo moderno manuale per la costruzione in calcestruzzo armato. I sistemi di calcolo elaborati per il dimensionamento della struttura sono di carattere estremamente innovativo e rappresentano il primo sistema analitico per il calcolo di questo tipo di strutture.

Zwei Kuppeln in Muenchen: Armeemuseum und Anatomie (1903-1905). Die ersten Betonschalen in Europa

POGACNIK, MARKO
2009

Abstract

Nella Monaco dell'inizio del novecento si assiste ad una operazione di ridisegno dello skyline della città con la costruzione di una serie di cupole a coronamento di importanti edifici pubblici, vere e proprie cerniere visive nel nuovo panorama urbano. Il saggio analizza in particolare la costruzione di due di queste cupole, quella dell'Armeemuseum e quella dell'edificio dell'Anatomie, due strutture protagoniste nel campo della sperimentazione di una nuova concezione strutturale: la costruzione a guscio. Le cupole della luce di 15 e 22 m. sono realizzate con uno spessore di 8 cm. dal giovane ing. Emil Mörsch, autore nel 1906 del primo moderno manuale per la costruzione in calcestruzzo armato. I sistemi di calcolo elaborati per il dimensionamento della struttura sono di carattere estremamente innovativo e rappresentano il primo sistema analitico per il calcolo di questo tipo di strutture.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/1872
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact