Le attività dei ricercatori universitari di diversi dipartimenti e facoltà veneziane, l’impegno delle imprese attive nel mercato dell’ICT, si incontrano a Venezia nell’esperienza esemplare di Unisky, che offre servizi per il monitoraggio sistemico e permanente del territorio e dell’ambiente. Inoltre, lo spin-off veneziano ha tessuto una fitta rete di rapporti con società capaci di completare la sua offerta in modo da poter rispondere a diverse esigenze. Nel mondo dell’ICT si sta assistendo ad una fase di straordinario cambiamento imperniato su tecnologie telematiche e spaziali destinate a mutare radicalmente lo scenario di riferimento a livello scientifico, culturale, giuridico istituzionale e organizzativo. In questo contesto, i modelli consolidati di rappresentazione del territorio stanno virando verso un sistema integrato di informazioni georiferite accessibili via web, con modalità di accesso friendly e su cui si innestano i contributi delle reti sociali. Il concetto di dato georiferito si è diffuso a livello globale anche grazie alla rivoluzione portata da Google Earth e alla diffusione di dispositivi di localizzazione satellitare e di acquisizione di immagini da piattaforme diverse: anche in questo caso il connubio tra web e reti sociali – identificabile nel concetto di web2.0 – ha prodotto un terreno fertilissimo nel quale vengono sviluppate molteplici applicazioni sui temi dell’informazione a supporto dei processi di governo del territorio e dell’ambiente. Questo quadro è ulteriormente arricchito dalle soluzioni che integrano reti di sensori, internet e telefonia cellulare e che consentono lo sviluppo di attività di monitoraggio, anche in tempo reale, per moltissime applicazioni – sia in un contesto di Pubblica Amministrazione che in campo professionale – e che vanno dal controllo della mobilità urbana a quello del rischio idrogeologico, dal monitoraggio della qualità ambientale al controllo delle trasformazioni dell’uso del suolo.

Unisky, lo spin-off dello Iuav per il monitoraggio del territorio e dell’ambiente

BORGA, GIOVANNI;DI PRINZIO, LUIGI;GIANNOTTI, VINCENZO;PICCHIO, STEFANO
2010

Abstract

Le attività dei ricercatori universitari di diversi dipartimenti e facoltà veneziane, l’impegno delle imprese attive nel mercato dell’ICT, si incontrano a Venezia nell’esperienza esemplare di Unisky, che offre servizi per il monitoraggio sistemico e permanente del territorio e dell’ambiente. Inoltre, lo spin-off veneziano ha tessuto una fitta rete di rapporti con società capaci di completare la sua offerta in modo da poter rispondere a diverse esigenze. Nel mondo dell’ICT si sta assistendo ad una fase di straordinario cambiamento imperniato su tecnologie telematiche e spaziali destinate a mutare radicalmente lo scenario di riferimento a livello scientifico, culturale, giuridico istituzionale e organizzativo. In questo contesto, i modelli consolidati di rappresentazione del territorio stanno virando verso un sistema integrato di informazioni georiferite accessibili via web, con modalità di accesso friendly e su cui si innestano i contributi delle reti sociali. Il concetto di dato georiferito si è diffuso a livello globale anche grazie alla rivoluzione portata da Google Earth e alla diffusione di dispositivi di localizzazione satellitare e di acquisizione di immagini da piattaforme diverse: anche in questo caso il connubio tra web e reti sociali – identificabile nel concetto di web2.0 – ha prodotto un terreno fertilissimo nel quale vengono sviluppate molteplici applicazioni sui temi dell’informazione a supporto dei processi di governo del territorio e dell’ambiente. Questo quadro è ulteriormente arricchito dalle soluzioni che integrano reti di sensori, internet e telefonia cellulare e che consentono lo sviluppo di attività di monitoraggio, anche in tempo reale, per moltissime applicazioni – sia in un contesto di Pubblica Amministrazione che in campo professionale – e che vanno dal controllo della mobilità urbana a quello del rischio idrogeologico, dal monitoraggio della qualità ambientale al controllo delle trasformazioni dell’uso del suolo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/221296
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact