Il contributo presenta una parte del lavoro svolto nel progetto di ricerca triennale Nuovi sistemi integrativi per la fruizione del percorso espositivo della Casa Museo. Il progetto fa parte del Piano museale della Regione Emilia-Romagna 2016/2018 e propone un lavoro di sinergia tra istituzioni. Da una parte il Comune di Forlì in qualità di capofila del Coordinamento delle Case Museo dei Poeti e degli Scrittori della Romagna, dall’altra l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. La comunicazione mediante l’uso di tecnologie digitali, se eticamente sviluppata, può indurre processi di valorizzazione di strutture espositive come le Case Museo fornendo loro un’identità coerente e ben caratterizzata; adottando un canale di promozione comune; proponendo nuovi sistemi di narrazione tra le istituzioni; mostrando nuove narrazioni dei patrimoni; istituendo una comunità di operatori in grado di gestire e implementare i contenuti e coinvolgendo i visitatori in un’esperienza più immersiva. E la comunità formatasi nella con- divisione del progetto può a sua volta divenire attivatore di processi di valorizzazione, coinvolgendo realtà territoriali come istituti di formazione, studenti e docenti di Scuole Superiori, associazioni culturali e FabLab in un sistema virtuoso in cui il Circuito diviene promotore di processi di valorizzazione del territorio.

La valorizzazione del Circuito delle Case Museo dei poeti e degli scrittori di Romagna attraverso strumenti di comunicazione condivisa

Bosco A;
2019

Abstract

Il contributo presenta una parte del lavoro svolto nel progetto di ricerca triennale Nuovi sistemi integrativi per la fruizione del percorso espositivo della Casa Museo. Il progetto fa parte del Piano museale della Regione Emilia-Romagna 2016/2018 e propone un lavoro di sinergia tra istituzioni. Da una parte il Comune di Forlì in qualità di capofila del Coordinamento delle Case Museo dei Poeti e degli Scrittori della Romagna, dall’altra l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. La comunicazione mediante l’uso di tecnologie digitali, se eticamente sviluppata, può indurre processi di valorizzazione di strutture espositive come le Case Museo fornendo loro un’identità coerente e ben caratterizzata; adottando un canale di promozione comune; proponendo nuovi sistemi di narrazione tra le istituzioni; mostrando nuove narrazioni dei patrimoni; istituendo una comunità di operatori in grado di gestire e implementare i contenuti e coinvolgendo i visitatori in un’esperienza più immersiva. E la comunità formatasi nella con- divisione del progetto può a sua volta divenire attivatore di processi di valorizzazione, coinvolgendo realtà territoriali come istituti di formazione, studenti e docenti di Scuole Superiori, associazioni culturali e FabLab in un sistema virtuoso in cui il Circuito diviene promotore di processi di valorizzazione del territorio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/308803
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 10
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact