Il cambiamento è un tema centrale della pianificazione urbana. Molti studiosi hanno guardato in questo senso alle esperienze di organizzazione dal basso, spesso con l’obiettivo di contribuire direttamente a questi esperimenti di cambiamento sociale. Queste ricerche si caratterizzano per un forte coinvolgimento politico ed emotivo dei ricercatori che può rendere però difficile l’esplicitazione di una critica delle esperienze studiate. L’articolo riflette sul tema della critica alle pratiche di auto-organizzazione dei cittadini utilizzando le ricerche di dottorato degli autori per esplorare la difficile costruzione di uno spazio di critica da parte dei ricercatori implicati concentrandosi sui vincoli emotivi, etici e relazionali. In conclusione l’articolo afferma che le voci critiche non dovrebbero essere omesse per ragioni ideologiche, di amicizia o di appartenenza, ma accolte come strumento di cambiamento e di riflessione collettiva con i partecipanti della ricerca. Since its beginnings planning has focused on how to change society. Many scholars have looked at insurgent experiences, aiming to contribute with their competences to these experiments of social change. Considering the political and emotional engagement between researchers and subjects in this field of research, the cultivation of spaces of critique is at least problematic. However, there is a lack of reflection and understanding on this issue. The article discusses the issue of critique within urban planning literature on citizen self-organization, then uses the authors’ doctoral engaged researches to explore the problematic generation of spaces of critique, focusing on emotive, political and relational issues. The paper concludes that in order for engaged research to be an effective instrument of change, critical voices should not be hidden (for ideological, friendship or belonging reasons), but should be embraced as shared fields of reflection with the participants of the research.

Problematizing critiques in planning research engaged with citizen initiatives: the journey of two doctoral researchers

Campagnari, Francesco;Ranzini, Alice Loredana
2020

Abstract

Il cambiamento è un tema centrale della pianificazione urbana. Molti studiosi hanno guardato in questo senso alle esperienze di organizzazione dal basso, spesso con l’obiettivo di contribuire direttamente a questi esperimenti di cambiamento sociale. Queste ricerche si caratterizzano per un forte coinvolgimento politico ed emotivo dei ricercatori che può rendere però difficile l’esplicitazione di una critica delle esperienze studiate. L’articolo riflette sul tema della critica alle pratiche di auto-organizzazione dei cittadini utilizzando le ricerche di dottorato degli autori per esplorare la difficile costruzione di uno spazio di critica da parte dei ricercatori implicati concentrandosi sui vincoli emotivi, etici e relazionali. In conclusione l’articolo afferma che le voci critiche non dovrebbero essere omesse per ragioni ideologiche, di amicizia o di appartenenza, ma accolte come strumento di cambiamento e di riflessione collettiva con i partecipanti della ricerca. Since its beginnings planning has focused on how to change society. Many scholars have looked at insurgent experiences, aiming to contribute with their competences to these experiments of social change. Considering the political and emotional engagement between researchers and subjects in this field of research, the cultivation of spaces of critique is at least problematic. However, there is a lack of reflection and understanding on this issue. The article discusses the issue of critique within urban planning literature on citizen self-organization, then uses the authors’ doctoral engaged researches to explore the problematic generation of spaces of critique, focusing on emotive, political and relational issues. The paper concludes that in order for engaged research to be an effective instrument of change, critical voices should not be hidden (for ideological, friendship or belonging reasons), but should be embraced as shared fields of reflection with the participants of the research.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Campagnari_Ranzini_TU8.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 120.58 kB
Formato Adobe PDF
120.58 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/314978
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact