Nella prospettiva della transizione ecologica, di un quadro normativo in evoluzione e all’interno di un rinnovato contesto culturale, il contributo prova a dimostrare come la mobilità attiva possa condurre verso un rinnovamento nel progetto degli spazi urbani e nei modi di esercitare il fondamentale diritto alla mobilità. In particolare, la mobilità attiva può riportare al centro dell’attenzione il suolo e il suo progetto. Un supporto di pratiche urbane collettive, ambito di possibili sperimentazioni e innovazioni entro più complessivi interventi di rigenerazione urbana, capace di prendere in considerazione sia la sezione stradale sia la multiforme e pulviscolare presenza di spazi liminali che rispondono ai bisogni di accessibilità, mobilità attiva, connessione e inclusione. ----In the perspective of the ecological transition, an evolving regulatory framework, within a renewed cultural context, this contribution tries to demonstrate how active mobility can lead to a renewal in the design of urban spaces and in the ways to exercise the fundamental right to mobility. In particular, active mobility can bring back to the center of attention the soil and its design. A support of collective urban practices, an area of possible experimentation and innovation within more comprehensive interventions of urban regeneration, able to take into account both the road section and the multiform and fragmented presence of liminal spaces as answers to the needs of accessibility, active mobility, connection and inclusion.

Walkability: il progetto di suolo come progetto di mobilità = Walkability: land design as a mobility project

Velo, Luca
;
Munarin, Stefano
2021-01-01

Abstract

Nella prospettiva della transizione ecologica, di un quadro normativo in evoluzione e all’interno di un rinnovato contesto culturale, il contributo prova a dimostrare come la mobilità attiva possa condurre verso un rinnovamento nel progetto degli spazi urbani e nei modi di esercitare il fondamentale diritto alla mobilità. In particolare, la mobilità attiva può riportare al centro dell’attenzione il suolo e il suo progetto. Un supporto di pratiche urbane collettive, ambito di possibili sperimentazioni e innovazioni entro più complessivi interventi di rigenerazione urbana, capace di prendere in considerazione sia la sezione stradale sia la multiforme e pulviscolare presenza di spazi liminali che rispondono ai bisogni di accessibilità, mobilità attiva, connessione e inclusione. ----In the perspective of the ecological transition, an evolving regulatory framework, within a renewed cultural context, this contribution tries to demonstrate how active mobility can lead to a renewal in the design of urban spaces and in the ways to exercise the fundamental right to mobility. In particular, active mobility can bring back to the center of attention the soil and its design. A support of collective urban practices, an area of possible experimentation and innovation within more comprehensive interventions of urban regeneration, able to take into account both the road section and the multiform and fragmented presence of liminal spaces as answers to the needs of accessibility, active mobility, connection and inclusion.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
T99.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 2.28 MB
Formato Adobe PDF
2.28 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11578/320846
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact