Il presente lavoro illustra le principali caratteristiche della doppia camera con guardia termica disponibile presso la sezione di Fisica Tecnica Ambientale del DCA-Lab dell’IUAV di Venezia. A differenza delle verifiche con piastra calda e con termoflussimetri (UNI EN 674, UNI EN 675) applicabili a campioni omogenei e di piccole dimensioni, la tecnica di prova con doppia camera provvede alla definizione delle caratteristiche termiche di campioni non omogenei e di grandi dimensioni. Si presta molto bene quindi a caratterizzare componenti e strutture edilizie come pannelli prefabbricati, sistemi vetrati, murature. Il dispositivo qui presentato è stato appunto concepito per studiare le prestazioni termiche di componenti edilizi opachi e trasparenti secondo normativa (ASTM C-236, ASTM C-1199 ed UNI EN ISO 8990). Nel periodo trascorso dalla realizzazione, tuttavia, la camera ha testato prevalentemente componenti trasparenti a testimonianza del crescente interesse per la loro caratterizzazione termoigrometrica da parte dei costruttori e degli utilizzatori. Il sistema di prova ha dimostrato un'ottima versatilità consentendo di realizzare sia analisi secondo la normativa sia prove specifiche per verificare particolari prestazioni dei componenti in analisi.

La caratterizzazione di componenti edilizi: la doppia camera del DCALab

ROMAGNONI, PIERCARLO;PERON, FABIO;CAPPELLETTI, FRANCESCA;SCHIBUOLA, LUIGI
2003

Abstract

Il presente lavoro illustra le principali caratteristiche della doppia camera con guardia termica disponibile presso la sezione di Fisica Tecnica Ambientale del DCA-Lab dell’IUAV di Venezia. A differenza delle verifiche con piastra calda e con termoflussimetri (UNI EN 674, UNI EN 675) applicabili a campioni omogenei e di piccole dimensioni, la tecnica di prova con doppia camera provvede alla definizione delle caratteristiche termiche di campioni non omogenei e di grandi dimensioni. Si presta molto bene quindi a caratterizzare componenti e strutture edilizie come pannelli prefabbricati, sistemi vetrati, murature. Il dispositivo qui presentato è stato appunto concepito per studiare le prestazioni termiche di componenti edilizi opachi e trasparenti secondo normativa (ASTM C-236, ASTM C-1199 ed UNI EN ISO 8990). Nel periodo trascorso dalla realizzazione, tuttavia, la camera ha testato prevalentemente componenti trasparenti a testimonianza del crescente interesse per la loro caratterizzazione termoigrometrica da parte dei costruttori e degli utilizzatori. Il sistema di prova ha dimostrato un'ottima versatilità consentendo di realizzare sia analisi secondo la normativa sia prove specifiche per verificare particolari prestazioni dei componenti in analisi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11578/56488
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact